VERE CONFESSIONI DEL PRIMO PILOTA DI PROVA MXA

Furgone Pete e Coast Moto Cycle.

Ti ricordi di Pete Maly? Probabilmente ricordi le sue epiche foto dei primi giorni di MXA. Ma sapevi che le sue prime foto di riviste erano per la copertina di Dirt Bike. quando Azione di motocross è stato lanciato nel 1973, è stata la prima rivista al mondo dedicata allo sport in rapida crescita del motocross. Proprio come oggi, c'erano un sacco di biciclette vendute e corse, ma non è stato fino a quando MXA è arrivato che le moto hanno iniziato a essere seriamente testate. Lo era Pete Maly Motocross Action's primo pilota ufficiale di prova e per chiunque sia cresciuto correndo negli anni '1970, hanno sicuramente visto molte foto d'azione di Pete nelle pagine di quella che sarebbe presto diventata la "bibbia" di questo sport.

Pete sulla copertina del numero di maggio 1973 di Dirt Bike Magazine.

COME SEI DIVENTATO UN PILOTA DI PROVA MXA? Ero a Indian Dunes e mio padre ha incontrato Super Hunky. Super Hunky mi ha chiesto di fare delle impennate con una sola mano Rivista di Dirt Bike. Ho fatto il servizio fotografico e sono finito sulla copertina del numero di maggio 1973. Due mesi dopo, nel luglio del 1973, quando fu lanciata la MXA, ho lavorato con Pete Szylagi e Paul Boudreau. Ho avuto il privilegio di far parte dei primi anni del motocross in California tra la fine degli anni '60 e l'inizio degli anni '70. Sono rimasto su quando Jody Weisel è arrivato alla MXA nel 1976, ma alla fine Lance Moorewood mi ha sostituito.

Quando alla fine del 1979 Jody decise di iniziare una gara chiamata "CZ World Championship", mi chiese di aiutarlo. Quell'evento è stata la prima gara di motocross vintage di qualsiasi importanza. Genera l'attuale era delle corse vintage. Abbiamo modificato molte delle bici per queste gare tra cui la "Full Floater" CZ che Clark Jones ha corso per un campionato del mondo CZ a Saddleback Park. La cosa divertente è che abbiamo appena finito di costruire quella bici nel mio garage la mattina della gara.

Pete sulla copertina del numero di giugno 1975 di MXA. Pete sembra che Pete abbia testato solo CZ, ma era lontano dalla verità negli anni '1970.

AI TUOI GIORNI A MXA CORSE LE MOTO DI PROVA COME MXA OGGI? Non tanto quanto MXA oggi. In questi giorni puoi portare una nuova bici di prova direttamente in pista e gareggiarla. Negli anni '1970 non si poteva nemmeno andare in bicicletta su un sentiero senza prima attraversarlo. Abbiamo corso le bici di prova, ma solo dopo aver corretto i difetti. Volevamo correre con le nostre moto, non come fanno i ragazzi della MXA oggi. Era puramente una cosa di Jody. Testare e modificare le bici è stato ottimo per il settore motociclistico. Il mio negozio ha fatto un buon affare vendendo carboidrati Mikuni, accensioni femsatroniche, kit di estensione forche, kit di abbassamento degli ammortizzatori posteriori, serbatoi di gas in plastica, parafanghi di plastica, impugnature Oury, cerchi Akront, raggi pesanti, accensioni Motoplat, filtri aria aftermarket, Koni, Boge , Girling e shock di Bilstein, e poiché nessuna delle bici utilizzava tubi rovesciati, abbiamo venduto tubi come un matto.

Questa è la copertina di MXA del gennaio 1975. Sì, quello è Pete sulla Yamaha MX1975B del 125

CHE COSA TROVA SU MXA PER TE? Dal primo giorno MXA si è impegnata a raccontarlo come l'abbiamo visto. All'epoca le moto da cross erano molto difettose dalle fabbriche. Sono rimasto stupito quando le nostre osservazioni su spostamento, maneggevolezza, telaio, controlli, qualità costruttiva, potenza e sospensioni sono state effettivamente stampate. Mi sentirei male per il produttore per circa due secondi, ma molti di loro si sono rifiutati di darci bici di prova perché non gli piacevano le critiche. Quindi, quando abbiamo ottenuto le nostre bici di prova da rivenditori locali amichevoli ... ciò ha reso i produttori ancora più pazzi. Il nostro intento fin dal primo giorno era quello di condividere le nostre osservazioni con i lettori e sperare che i produttori prendessero nota e migliorassero le loro biciclette.

Contemplando la Suzuki TM400.

CHI STA TESTANDO LE MOTO A MXA CON TE? Nei primi anni eravamo principalmente Kenny Zahrt, Al Baker, Paul Boudreau e io, ma Lars Larsson, Rick Brown, Mike Runyard, Rich Thorwaldson, Gary Ogden e Bruce Baron ci hanno aiutato ogni volta che ne avevamo bisogno.

COME HAI INIZIATO A GARE? Mi piaceva andare in motocross a Saddleback Park alla fine degli anni '60, ma non ho mai corso fino a quando alcuni amici mi hanno detto che avrei dovuto provarlo, ed è stato quando ho ottenuto la mia prima CZ nel 1972.

La banda MXA di 42 anni fa. (Da sinistra a destra nella fila in basso) Kurt Evans, Pete Maly e Al Baker, (Da sinistra a destra nella fila in alto) Paul Boudreau, Jody Weisel, Cherry Stockton e il meccanico Alan Hahn.

È STATO ANCHE LO STESSO ANNO CHE HA APERTO IL TUO NEGOZIO? Sì, si chiamava Coast Moto Cycle e l'ho eseguito dal 1972 al 1977. Per me è stato un po 'un dilemma. Il negozio ha supportato le mie corse e le mie corse hanno promosso il negozio, ma i due lavori sono stati difficili da gestire per un bambino di 18 anni senza esperienza! Ah, ma l'esperienza arriva veloce e difficile, e quelli sono stati bei momenti.

Maly potrebbe farlo tutto il giorno. E a volte lo faceva.

COME HA FATTO UN BAMBINO DI 18 ANNI INIZIA IL SUO CONCORSO BICI PROPRIO? Mio padre aveva messo da parte le tasse scolastiche per me per frequentare Cal Poly Engineering dopo aver completato il liceo. Odiavo la scuola e adoravo correre, quindi si offrì di darmi una parte delle mie lezioni universitarie per aprire un negozio CZ. Voleva che frequentassi la "School of Hard Knocks". Mio padre veniva dalla Cecoslovacchia, quindi scegliere il marchio era facile. Abbiamo iniziato in piccolo e non siamo mai diventati grandi. Il negozio ha avuto buoni anni in cui le mie gare non lo erano e l'inchiostro rosso quando stavo vincendo in pista. Ho imparato molto in quei cinque anni di 18 ore al giorno e sei giorni alla settimana di lavoro. Tra il mio negozio, MXA e la pista, ho incontrato molte persone fantastiche.

CZ HA FORNITO CON QUALUNQUE SOSTEGNO ALLA GARA? Hanno fornito ad alcuni dei migliori ciclisti SoCal Pro le bici semi-factory per vedere se potevamo fornire risultati e firmare con la fabbrica. Era una bici davvero ingannevole con custodie e mozzi in magnesio e sabbia. Pesava 30 libbre in meno rispetto a una bici di produzione e aveva un colpo di gamma media che era incredibile. La sospensione è stata fantastica e la maneggevolezza è stata davvero prevedibile. Sorprendentemente, ho guidato un segno di spunta più lentamente sulla bici di fabbrica, perché ero sbalordito dalla bici e non volevo ferirla! Quindi quell'accordo è durato solo pochi mesi.

Pete Maly sulla Suzuki RM1976 del 370 alla Carlsbad Raceway.

QUAL È LA TUA MEMORIA MXA PIÙ MEMORABILE? Ricorderò sempre le bici di quell'epoca. Suzuki, che non ci parlava da due anni perché non amavano le critiche, ci invitò alla loro grande presentazione per le RM del 1976 alla Carlsbad Raceway. I RM erano cambi di gioco. Non dimenticherò mai quel giorno. Lì avevano dei cavalieri di prova caldi che soffiavano scherma d'angolo con il nome di Bob Hannah.

Inoltre, la Maico 450 e la 490 erano le migliori di tutte le bici di prova che ho guidato. Avevano buone sospensioni, ampie fasce di potenza, sterzo preciso e freni terribili. Chi ha bisogno di freni! Ovviamente ero parziale alla CZ (perché possedevo un negozio CZ). Le peggiori bici che abbia mai guidato sono state la Carabela 125 e la Suzuki TM400.

C'ERA UNA SOTTOSELLA VERSUS LA RIVALRY DELLE DUNE INDIANE. ERA UN RAGAZZO SADDLEBACK, MA ERA IL MEGLIO CONOSCIUTO COME UN TIRANTE DUNES QUANDO VINCI LA PIATTA 'AME n. 1. AME è stata la prima squadra con cui ho corso nel 1972. Ho partecipato ad alcuni eventi Saddleback e Carlsbad CMC, ma ho trovato la giornata troppo lunga con i grandi risultati che la CMC ha disegnato. Ricordo la rivalità di Saddleback / Dunes più su base individuale che regionale, ma suppongo che ne facesse parte. Spesso l'hype di un grande pilota ospite di Saddleback al Dunes ha suscitato l'eccitazione in pista - e viceversa. A volte ero il cavaliere ospite, a volte ero l'host in difesa. Che a volte ha funzionato a mio favore, a volte no.

Hai corso nella SUPERBOWL DEL 1975 DI MOTOCROSS AL COLOSSEO. CHE COSA È PIACIUTO? Ho corso con la Classe di supporto 500cc. Ho visto la gara l'anno precedente e ho visto alcuni ragazzi locali fare bene che sapevo di poter battere, quindi nel 1975 ho deciso di correre. È stata davvero una pista divertente soprattutto con il primo doppio salto indoor nella parte inferiore del peristilio. Nessuno sapeva che era una doppia il giorno della stampa, fino a quando un paio di noi hanno iniziato a sfruttare tutto lo slancio che scende dal peristilio e lo salta. Quel salto e un paio di giri della coppa, e una sezione di whoop tritata erano le mie parti preferite della pista del Superbowl del 1975. È stato tutto molto divertente e devo dire che non mi è sembrato così strano perché all'epoca c'erano già così tante gare notturne a SoCal. Quasi tutte le sere della settimana c'erano gare notturne ad Ascot, Orange County International Raceway, Lions Drag strip, Indian Dunes e Irwindale. Per me il Superbowl del Motocross era come una gara all'aperto di notte - era una corsa notturna, ma su una pista molto più grande. Sfortunatamente, ho guidato molto bene e sono finito nono in generale.

Pete su un Maico AW1977 del 400.

CHE COSA CIRCA I NAZIONALI AMA? Negli anni '1970 quasi tutte le gare locali erano come una AMA National perché alle star dello sport piaceva correre ogni settimana. La mia prima grande gara è stata la Saddleback Trans-AMA del 1972. Ho guidato la classe 250 di supporto e sono arrivato sesto. Ho corso molte qualificazioni AMA, che dovevi fare per ottenere i punti richiesti per gareggiare con un AMA National. Lasciarmi coccolare da Pierre Karsmakers mi ha fatto capire che avevo bisogno di più condizionamenti. Tuttavia, nel 6 ho gareggiato con alcuni dei migliori piloti del nostro sport. È stata un'esperienza fantastica.

QUAL ERA LA TUA TRACCIA PREFERITA DURANTE I GIORNI GLORIA DEL MOTOCROSS SOCIALE? È difficile rispondere perché all'epoca c'erano così tante tracce diverse da percorrere. In qualsiasi giorno della settimana potresti guidare su una pista diversa! Mi sono piaciuti Saddleback e Carlsbad perché erano tracce epiche all'aperto. Escape Country è stato molto divertente con una sorta di pista ibrida outdoor / stile Supercross.


Pete Maly ad Anaheim qualche anno fa.

CHE TIPO DI GUIDA FAI QUESTI GIORNI? Vado principalmente nel deserto con mio figlio Loren. Andavamo alla stazione di Zaca per fare alcuni giri quando era aperto. Quando guido oggi, sono ancora così eccitato di girare l'acceleratore, prendere un po 'di tempo di sospensione, allenare un berm e impennare da una curva - quelle sono emozioni che non perdi mai. Lo sport del motocross è stata un'esperienza inestimabile nella vita e penso che per chiunque possa guidare una moderna moto da cross, tutto va bene.

Ti potrebbe piacere anche