CAMPIONATO MONDIALE A DUE TEMPI: I GIOVANI PISTOLE GESTISCONO I VECCHI PRO

Questa è l'azione nel primo turno. Ricky Dietrich (39) ha un leggero vantaggio su Tyler Bowers (43) con Josh Mosiman (71) della MXA al terzo posto. Dietro di loro puoi vedere Mike Brown (3), Carlen Gardner (805) e l'eventuale vincitore Robbie Wageman (141). All'inizio della giornata c'erano 43 Open professionisti. Alla fine della giornata quel numero è stato ridotto a 37. Foto: Dan Alamangos

FOTO DI DEBBI TAMIETTI, KYOSHI BECKER, MARK CHILSON E DAN ALAMANGOS

Non c'è dubbio che il set più giovane abbia istruito i propri compatrioti più esperti al Campionato mondiale di motocross a due tempi del 2019. Con una combinazione di pura velocità, biciclette che non si sono spezzate e le fortunate pause di avere sfortunate pause forzate su favoriti pre-gara come Tyler Bowers, Mike Alessi e Zach Bell, i giovani sono arrivati ​​in testa. Senza i favoriti, era ovvio che la corona avrebbe cambiato le mani ai ciclisti che sono lontani dai nomi delle famiglie, tranne nelle loro famiglie.

Il duello nella parte anteriore della Open Pro è stato intenso per la prima metà della seconda manche mentre Josh Mosiman guidava con Carlen Gardner e Robbie Wageman al seguito. Foto: Debbi Tamietti

La cosa triste per Bowers, Alessi e Bell era che sembravano vincitori. In primo luogo, Bowers KX500 a due tempi suonava come nessun'altra macchina in pista. Aveva un whump, whump, whump suono, in cui la sua competizione 250 era sempre stridula. Dopo un solido secondo posto nella prima manche, Bowers è uscito dalla seconda manche prima che qualcuno lo vedesse effettivamente in pista. Uno in giù.

Robbie Wageman celebra la sua vittoria, mentre viene indirizzato all'annunciatore per un'intervista post-gara. Wageman, figlio dell'ex professionista AMA Russ Wageman, è andato 1-2 contro il 3-1 di Carlen Gardner. Foto: Dan Alamangos

Mike Alessi ha avuto un buon inizio, ma non il suo solito volantino. Abbassò la testa e andò a lavorare sui ragazzi di fronte a lui. E a tre giri dalla fine lo aveva ridotto a solo Robbie Wageman e Tyler Bowers. Poteva o no? Non sappiamo perché ha anche avuto un problema alla ruota ed è stato costretto a ritirarsi dalla gara. Due giù.

Il pacchetto Open Pro carica il Talledega di Glen Helen al primo turno in gruppi ordinati di quattro, cinque e sei. Robbie Wageman (141), Tyler Bowers (43), Kai Aiello (110) e Mike Brown (3) escono in fan attraverso la pista. Foto: Jon Ortner

Zach Bell sembrava un vincitore per tutto il giorno. Fu seppellito nel bel mezzo del mazzo all'inizio della prima manche, ma ad ogni giro che passava diventava sempre più veloce - e intendiamo quazar-veloce. Gli ci sono voluti 15 minuti per raggiungere la top ten e arrivare al terzo posto. Non ci volle molto prima che Bell si unisse ad Alessi e Bowers a bordo campo, Tre in basso.

Dennis Stapleton (184) tenta di fare un'apertura sotto la Yamaha YZ250 di Justin Hoeft nel primo turno.  Foto: Jon Ortner

Con i ragazzi più veloci a bordo campo, la gara del Mondo a due tempi ha assunto una nuova dimensione. Qualcuno avrebbe vinto, ma non era chi pensava che sarebbe stato. No! Non sarebbe stato un veterano. Sarebbe stato un pilota di cui nessuno al di fuori della loro cerchia di NMA, AMA, Loretta Lynn o club di corse locali ne aveva mai sentito parlare. Improvvisamente hanno avuto non solo la velocità di vincere, ma anche un buon colpo grazie alla sfortuna di Bowers, Bell e Alessi.

L'Arizona Ed Foedish (78) scende dal più piccolo dei ripidi pendii di Glen Helen, ma a differenza dei suoi fratelli maggiori, non offriva alcuna linea che andasse attorno ai dossi. Foto: Dan Alamangos

I nomi che passarono al fronte furono Robbie Wageman, Carlen Gardner, Coty Schock, Deegan Vonlossberg e Kai Aiello. Di quel gruppo, i soldi intelligenti erano su Robbie Wageman. Aveva vinto due consecutivi 125 campionati a due tempi portando a passare alla classe Open. Aveva una buona testa sulle spalle e sapeva esattamente cosa ci voleva per vincere a Glen Helen. Ed è esattamente quello che ha fatto.

Dovrebbe essere abbastanza imbarazzante da schiantarsi, ma anche peggio quando si ottiene un pezzo di sporco sano appollaiato sul collo della maglia mentre si colpisce il terreno. Il 22-9 di Tallon LaFountaine è andato bene per il 16 ° posto assoluto. Foto: Jon Ortner

Quando una gara attira più di 500 corridori, la pista subisce una battuta con il passare del giorno. Quest'anno, a causa dell'inverno piovoso, molta sabbia era stata lavata giù dalle colline di granito decomposte intorno alla pista. All'improvviso, Glen Helen era una pista di sabbia, tanto più che il progetto del binario era stato progettato per percorrere i punti in cui la sabbia si era raccolta di più. Ad aiutare la causa è stato un giorno di gara che è iniziato nuvoloso ed è rimasto tale fino al pomeriggio. Le nuvole significano che una pista non si asciugherà troppo rapidamente. Il terreno manterrà la sua acqua sempre più a lungo. Come in tutte le grandi gare di Glen Helen, i corridori hanno detto che era il Glen Helen più duro che avessero mai visto, ma i corridori che erano stati loro molte volte, hanno detto che non era nemmeno vicino al più duro di sempre. Argomenti a parte. È stato duro. Aveva solchi profondi. E i dossi di frenata su alcune discese erano terribili: sollevare la questione di chi sta usando i freni in cima a una discesa?

Broc Shoemaker (448) ha tentato di vincere il titolo della 125cc dopo essere arrivato secondo nella prima manche. Sfortunatamente, Broc, figlio del defunto Mike Shoemaker, fece un forte schianto in volo dalla cima del monte. Sant'Elena. Si allontanò, ma con il braccio in una fionda. Foto: Jon Ortner

Con i tempi sul giro che hanno costretto i professionisti a lottare per andare sotto il segno dei tre minuti, dovevi chiederti come i dilettanti hanno affrontato motos a 5 giri che erano più vicini ai 20 minuti di lunghezza che a 15 minuti. Mentre il giorno passava, le motos venivano tagliate in una corsa contro il sole al tramonto.

MXA ha portato Chris Plouffe in pensione e gli ha regalato una Husqvarna TC2019 del 125 in gara. Plouffe ovviamente non ha perso nessuna delle sue abilità mentre è andato 4-3 per il secondo assoluto nel Campionato mondiale 125. Foto: Kyoshi Becker

Colton Aeck è andato 6-2 per prendere il terzo posto assoluto nell'inseguimento combattuto 125 del titolo. Ha terminato davanti all'ex pilota del Team Yamaha Alex Ray. Foto: Debbi Tamietti

Coty Schock del Delaware è stata una grande sorpresa nella classe Open Pro, segnando un 4-3 giorno per il terzo assoluto dietro a Robbie Wageman e Carlen Gardner. Foto: Debbi Tamietti

Guardare Zach Bell (1) farsi strada nel gruppo nella prima moto Open Pro è stato un fatto di bellezza. Ha superato 15 corridori e quando è arrivato terzo ha avuto il primo e il secondo in vista. Purtroppo, il suo KX250 si è rotto e la sua giornata è terminata, e il suo titolo World Two-Stroke del 2019 lo ha accompagnato. Foto: Jon Ortner

Josh Mosiman (71) ha colto l'occasione per lasciare la serie AMA Supercross e National per venire a lavorare alla MXA. Inferno sii il primo a dirti che correre per divertimento e ottenere uno stipendio indipendentemente da come lo fai, batte essere un corsaro nazionale. Josh è andato 6-12, ma il 12 è arrivato perché ha colpito Justin Hoeft abbattuto e è andato dal 3 ° al 9 °. Foto: Debbi Tamietti

Mike Alessi ha vinto il World Two-Stroke Championship nel 2016 e ha usato la pausa pasquale nella serie AMA Supercross 2019, dove è un pilota di riempimento per il team Moto Concepts, per provare a vincerlo una seconda volta. Non è successo, ha avuto problemi alla ruota verso la fine della prima moto mentre correva tra i primi tre. Foto: Jon Ortner

Devi ammirare Mike Brown. Il 47enne ha vinto il 125 National Championship 18 anni fa e il Over-40 World Vet Championship due anni fa. Il sempreverde Brown ha firmato un accordo per gareggiare con Yamahas nel 2019. Foto: Jon Ortner

Volare Mike Brown, che era famoso 15 anni prima che l'attuale Mike Brown entrasse in scena, mostra una foto dell'incidente automobilistico in cui è stato coinvolto all'inizio di quest'anno. Brown, che è su una sedia a rotelle, è stato tirato fuori dal furgone in fiamme da un guidatore di passaggio. È fortunato ad essere vivo. Foto: Debbi Tamietti

Tyler Bowers ha avuto la combinazione vincente: potenza massima e talento, ma il suo KX500 non è rimasto al passo. Foto: Mark Chilson

Mike Brown ha lottato per il Campionato mondiale a due tempi del 2019. Non ha ottenuto i suoi normali holeshots e ha dovuto farsi strada verso il fronte in entrambe le moto. Qui, Mike e Ricky Dietrich hanno affrontato una lotta coraggiosa nella seconda Moto Open Pro. Foto: Debbi Tamietti

L'hawaiano Brian Medeiros (934) ha corso una KTM 125SX nella classe Open Pro e nella classe 125 Pro. Era terzo nella prima 125 Pro, ma non ha mai battuto la top 25 in entrambe le Open Pro. Purtroppo, è stato eliminato in un incidente nella seconda gara Pro 125 e DNF. Foto: Dan Alamangos

L'inizio è stato importante, soprattutto i primi 50 piedi a causa delle porte piene. A volte un ragazzo può diventare un po 'troppo ansioso. Foto: Mark Chilson

La partenza dritta di Glen Helen prende tutto ciò che ha una due tempi, e non è insolito che un cambio a cinque marce si riempia prima di arrivare alla prima curva. Josh Fout, sulla moto fuoristrada TE300i a iniezione di carburante della MXA, si mise in viaggio con enormi holeshots tutto il giorno, perché la TE300 ha una trasmissione a sei velocità. Foto: Jon Ortner

Chuck Sun è arrivato secondo nella classe degli Over-60 Expert con un 2-2 dopo che il primo vincitore del campionato, Randel Fout, è andato 1-3 e Mike Harper è andato 3-1 (per la vittoria). Ancora più bello, Chuck si prese il tempo di andare a visitare il Tom White Memorial sulla Walk of Fame di Glen Helen. È stato recentemente rinnovato e ha un bell'aspetto, sia il monumento che Chuck. Foto: Jon Ortner

MXA ha ottenuto AMA Pro Jerry Robin un accordo TM completo su una bici da progetto TM 2019MX 300 per il World Two-Stroke Championship. Jerry è arrivato dal retro del gruppo all'ottavo posto nella prima moto Open Pro, ma ha avuto problemi nella seconda manche. Foto: Jon Ortner

Tyler Bowers, campione AMA Arenacross multi-time, si è presentato su una KX500 KX2 sintonizzata su GX a due tempi. Tyler è arrivato secondo nella classe Open Pro nella prima manche, ma è scomparso dalla pista all'inizio della seconda manche. Il suo 19-DNF era abbastanza buono per il XNUMX °. Foto: Jon Ortner

Timmy Weigand, team manager di Husqvarna, ha deciso di guidare una Husky SuperMini nella classe 125 Pro. Aveva un motore 112cc, ma è stato costruito su un telaio TC85. Siamo sicuri che ci fosse una scommessa dietro questa idea. Weigand ha portato questo SuperMini al 6 ° posto assoluto. Foto: Jon Ortner

Avevano due classi vintage ai Campionati del mondo a due tempi, ma non è una pista che ben si adatta alle corse vintage con le grandi colline, i grandi dossi e il tempo sul giro di oltre 3 minuti. Qui, il quattro volte campione nazionale 250 Gary Jones (88) e l'australiano Dan Alamangos (203) lo duellano. Foto: Debbi Tamietti

Non vedi molti Mugen Hondas seduti ai box nella tipica gara locale. Foto: Dan Alamangos

Non puoi fare una gara a Glen Helen senza Doug Dubach. Foto: Mark Chilson

RISULTATI OPEN PRO: DUE TEMPI 2019 DEL MONDO
1. Robbie Wageman ... 1-2
2. Carlen Gardner ... 3-1
3. Coty Schock ... 4-3
4. Mike Brown ... 5-5
5. Deegan Vonlossberg… 7-8
6. Ryan Surratt… 12-4
7. Josh Mosiman ... 6-12
8. Justin Hoeft ... 9-11
9. Dominic Desimone ... 11-10
10. Blayne Thompson… 16-6
11. RJ Wageman ... 10-14
12. Ricky Dietrich ... 20-7
13. Dennis Stapleton ... 17-13
14. Kai Aiello ... 15-15
15. Carson Carr… 14-16
16. Tallon Lafountaine… 22-9
17. Willy Simons ... 13-18
18. Keaton Ward… 21-17
19. Tyler Bowers… 2-DNF
20. Justin Muscutt… .24-20

125 PRO RISULTATI: WORLD TWO-STROKE 2019
1. Justin Hoeft ... 1-1
2. Chis Plouffe… 4-3
3. Colton Aeck ... 6-2
4. Alex Ray ... 7-4
5. Tyler Nicholson ... 8-5
6. Tim Weigand ... 9-6
7. Matt Cerami ... 10-8
8. Brian Begin ... 12-7
9. Ryan Wilson ... 13-10
10. Michael Blose ... 11-12

CAMPIONI DEL DUE TEMPI PASSATI NEL MONDO (2010-2019)
2010 ... Bobby Garrison (Hus)
2011 ... Austin Howell (Yam)
2012 ... Michael Leib (Hon)
2013 ... Sean Collier (Yam)
2014 ... Sean Collier (Yam)
2015 ... Mike Sleeter (KTM)
2016 ... Mike Alessi (Suz)
2017 ... Ryan Surratt (Hon)
2018 ... Zach Bell (Hus)
2019 ... Robbie Wageman (KTM)

Ti potrebbe piacere anche