BEST OF JODY'S BOX: “NON PUOI FARE DOPPIA QUARTA MARCIA APRENDO IN UN SECONDO”

DI JODY WEISEL

Ad essere perfettamente onesto, se non avessi mai visto un altro sosia, non mi preoccuperei. Per me, il doppio è la versione da motocross della risoluzione di un cubo di Rubik. Facile da fare una volta che lo fai, frustrante fino a quando non lo padroneggi e soggetto a un'incredibile pressione dei pari durante il processo di apprendimento. Il problema con la mia analogia è che non ho mai avuto la spina dorsale spinta attraverso la parte superiore del casco quando sono arrivato corto sul Cubo.

Se pensi che intenda imparare a cancellare i doppi, non lo faccio. Voglio dire imparare a convincere tutti che hai fatto il salto di qualità (quando l'idea non ti è mai passata per la testa). Sul cronometro potevo risparmiare un secondo al giro saltando il big double. Sul calendario, potrei perdere sei mesi in gesso se non riuscissi a cancellarlo. Per come la vedo io, risparmio cinque mesi, 29 giorni, 23 ore, 59 minuti e 59 secondi ogni volta che esco. È un tempo sul giro veloce.

7:30: "Jody, hai visto il nuovo doppio sul dritto posteriore?"

“Sì, è fantastico. Sembra una faccenda aperta in quarta marcia. La parete è buona e il secondo salto ha la sommità arrotondata. Sarà facile. " In realtà, è stato il salto più spaventoso che avessi mai visto. Il primo salto è andato verso l'alto. Si poteva parcheggiare un treno da circo tra i due salti e la rampa di atterraggio era lunga solo 5 piedi e inclinata come uno scivolo di fuga del Boeing 747.

8:30: "Jody, hai saltato il doppio in allenamento?"

“No, la pista era tutta fangosa e non ho mai avuto una ripresa pulita. C'era sempre qualcuno davanti a me. Lo farò nella seconda pratica. "  La verità è che ho provato più che potevo a saltare quella grossa quarta marcia doppia aprendola completamente in seconda. Da qualche parte nel corso di questo esercizio, sono giunto alla conclusione che spalancare in seconda non ti porterà mai oltre una doppia in quarta. Non l'avevo mai capito prima.

9:00: "Jody, che equipaggiamento avevi al big double?"

"Ero totalmente sfruttato in quarta marcia." Fortunatamente, non mi ha chiesto se lo avessi saltato o meno, perché il meglio che potevo fare era saltare il primo salto in terza e poi salire in quarta salendo la parete del secondo. Anche se non ho saltato il big double nella seconda sessione di prove libere, ero riuscito a lanciarmi abbastanza lontano in terza marcia da colpire la faccia del secondo salto e ferirmi entrambi i polsi. La mia strategia era tutta sbagliata. O dovevo passare alla quarta posizione o restare seconda e vivere per celebrare un altro Arbor Day. Amo gli alberi.

11:15: "Jody, hai saltato il big double nella prima manche?"

“Sì, l'ho saltato, ma non l'ho mai ripulito. Sono solo saltato abbastanza lontano da farci passare la ruota anteriore. È veloce quanto cancellarlo. " Ok, ammetto che stavo mentendo, ma non era una grossa bugia, perché la mia ruota anteriore l'ha cancellata una volta. Era il terzo giro della prima manche. Ho superato la faccia del secondo salto e la mia ruota anteriore si è schiarita il labbro quando la mia bici è andata in endo sul secondo salto. Avrei dovuto schiantarmi, ma fortunatamente l'ho salvato quando la mia protezione per il petto si è impigliata nel cuscinetto della barra trasversale. Se non fosse per quel pad della barra trasversale, passerei metà della mia vita a scivolare prima a faccia in giù sui circuiti.

12:45 pm: “Jody, nella prima manche ho avuto difficoltà a superare la doppietta. Stavi decollando sul lato destro o al centro? "

"Ho cercato di restare al centro." Sono sicuro che la mia risposta è stata interpretata nel senso che avevo lasciato il terreno a metà del primo salto, ma quello che volevo veramente dire era che ero atterrato a metà tra il primo e il secondo salto. Il mio punto di decollo effettivo era molto più a sinistra, perché ogni volta che decollavo sul lato destro, mi sentivo come se fossi alla fine dell'aeroporto LaGuardia a guardare i jet che mi sorvolavano. Ora so come si sente un coniglio quando vede l'ombra di un falco che volteggia sopra di loro.

2:50: "Jody, come hai fatto nella seconda manche?"

"Ho ottenuto un enorme holeshot e ho condotto il primo giro, ma sono svanito e cinque ragazzi mi hanno preso prima del traguardo." Se avesse prestato maggiore attenzione alla gara, avrebbe saputo che il motivo per cui sono stato sorpassato da cinque ragazzi era perché la gara era lunga solo cinque giri. Ogni volta che sono arrivato al grande salto, qualcuno mi piegava in due.

4:15: "Jody, dove correrai il prossimo fine settimana?"

“Sto pensando di salire su Chicken Licks Raceway. È un viaggio lungo, ma non ci sono stato da mesi e mi sto stancando di correre sulla stessa vecchia pista settimana dopo settimana. ” Una rapida traduzione di quella risposta rivelerebbe che non tornerò su questa traccia finché non saranno trasportati abbastanza ragazzi in "La nostra sorella dell'ospedale perpetuo di pagamento "Per aver mancato il grande doppio che il promotore falcia. Nel caso non l'avessi già indovinato, Chicken Licks non ha doppi.

6:05: "Jody, come sono andate le gare?" ha chiesto la bella Louella quando sono tornata a casa.

"È stato fantastico. Avevano questo doppio salto in quarta marcia completamente aperto che dovevi essere completamente agganciato. Era selvaggio ".

"Era pericoloso?" lei chiese.

"Non come l'ho fatto io"  Ho risposto.

 

Ti potrebbe piacere anche