MXA RETRO TEST: GUIDIAMO LA JGR YAMAHA YZ2010F 450 di JUSTIN BRAYTON

A volte ci si annebbia pensando alle bici del passato che abbiamo amato, così come a quelle che dovrebbero rimanere dimenticate. Ti portiamo in un viaggio nella memoria con i test della bici che sono stati archiviati e ignorati negli archivi MXA. Ricordiamo un pezzo di storia del motociclismo che è stato resuscitato. Ecco il nostro test della JGR YZ2010F di Justin Brayton del 450.

La storia del percorso di Justin Brayton verso il successo nelle corse è quella di cui i mini genitori folli dovrebbero prendere nota. In effetti, dovrebbero studiare le scelte di carriera accuratamente selezionate di Brayton. Perché? Justin Brayton non è il tipico professionista moderno. Mentre altri aspiranti professionisti della sua età saltavano gli studi e passavano le giornate a cavalcare al solo scopo di stabilire il dominio del motocross, Justin stava facendo i libri e andava al liceo pubblico. Justin ha avuto un'infanzia tipica, piena zeppa di aule di studio, balli scolastici e feste di ritorno a casa. I suoi genitori hanno sottolineato l'importanza di un'istruzione, un catalizzatore per la sua motivazione ad avere successo indipendentemente dalle dimensioni del compito che gli stava di fronte. Come i genitori più sensibili, i Brayton si sono resi conto che il loro figlio non avrebbe dovuto scommettere sul diventare Pro. Invece di mettere tutte le sue uova nello stesso paniere, Justin ha conseguito il diploma di scuola superiore e ha avuto l'opportunità di passare al college. Per questo, il MXA l'equipaggio del demolitore è impressionato da Justin Brayton.

Naturalmente, ci sono molte altre ragioni per cui ci piace Justin Brayton. Justin ha avuto la sfortuna di crescere in Iowa, un'area che non è esattamente un focolaio per i piloti professionisti di motocross. Justin ha dimostrato che gli oppositori si sbagliavano, tuttavia, ed è ora uno dei migliori piloti al mondo. Certamente ha difeso l'Iowa. 

Justin cavalca con pura intensità e non getta mai la spugna quando le probabilità sono contro di lui. Inoltre non fa male che sia una persona amichevole con una prospettiva intelligente sulle corse. È risaputo che Brayton ha firmato un contratto biennale con il relativamente nuovo Joe Gibbs Racing team (JGR). Ci sono alcune informazioni chiave che devi sapere sul team JGR. 

(1) Il team è nato da un'idea di Coy Gibbs, figlio minore del famoso allenatore di calcio e proprietario del team di gara della NASCAR Joe Gibbs. 

(2) JGR ha schierato la sua prima squadra di motocross nel 2008 (con i piloti Josh Hansen e Josh Summey). 

(3) Il negozio di corse si trova alla periferia della Carolina del Nord in quello che può essere meglio descritto come il paese NASCAR. Mentre la California meridionale è spesso etichettata come il punto caldo per l'industria del motocross, Huntersville, nella Carolina del Nord, è il nirvana della NASCAR. 

(4) Coy Gibbs richiede che i cavalieri della sua squadra vivano vicino al negozio di corse. Per quanto riguarda quei ciclisti che non pensano che sia un'opzione praticabile, Coy passa al prossimo possibile candidato o dice loro: "Buona fortuna". Il ragionamento di Gibbs è che l'enorme palestra, la struttura di allenamento, i nutrizionisti interni, i medici e le vaste aree di guida del team di gara offrono le migliori condizioni per aiutare i ciclisti a raggiungere il loro pieno potenziale. Coy è un uomo gentile, ma si aspetta un ritorno dal suo investimento. Vuole assicurarsi che i suoi ciclisti stiano mettendo il tempo e gli sforzi per raggiungere il massimo successo. Nessuno lo può criticare.

SHOP TALK: UN'OPERA D'ARTE

Abbiamo chiesto a Coy Gibbs, al team manager di JGR Jeremy Albrecht ea molti altri membri dello staff cosa distingue le loro moto da tutte le altre in pista. Le risposte sono state rapide e coese. JGR ha il controllo completo sulle sue biciclette. JGR utilizza solo parti aftermarket che ritengono funzionino al massimo livello di prestazioni. Se JGR non è soddisfatto delle scelte, sebbene innumerevoli, prendono in mano la situazione e realizzano le parti da sole. Dai disegni ai rendering CAD, dalla costruzione al collaudo, supervisionano la parte specifica in ogni fase del processo. Caso in questione, il team ha costruito i propri morsetti tripli. È stato un compito meticoloso che ha assorbito una parte del budget operativo del team, ma il risultato è stato un morsetto che ha soddisfatto le loro elevate esigenze.

Muscle Milk / Toyota / Joe Gibbs Racing / Yamaha YZ450F di Justin Brayton non sono molto vicini a un'opera d'arte; è, infatti, un'opera d'arte. Dire qualcosa di meno sulla moto sarebbe come dire a una modella di costume da bagno che ha una figura decente. Mentre Jeremy Albrecht ci ha fornito una spiegazione verbale della moto di Brayton, non abbiamo potuto fare a meno di guardarlo incredulo. L'attenzione ai dettagli, le ore trascorse a creare parti artigianali, la cornice lucida simile a uno specchio e la fusione di prodotti aftermarket con parti specifiche per JGR e Yamaha di fabbrica ci hanno fatto girare la testa come Linda Blair. È diventato subito evidente che la YZ450F di Brayton era il prodotto della devozione di una squadra per costruire la migliore bici possibile.    

Quali parti sono uniche? JGR ha sviluppato le proprie coperture delle staffe delle pedane (per evitare che il fango si accumuli nelle staffe), un sistema di radiatori pressurizzato (che consente al team di apportare modifiche incrementali alla pressione all'interno dei radiatori), alette della forcella più larghe e più resistenti (per una maggiore rigidità), un speciale staffa transponder (fissata alla tripla staffa superiore) e uno schermo termico in alluminio tra la parte centrale dello scarico e l'ammortizzatore. Un'altra modifica si trova nella leva del cambio (manopola Hammerhead con braccio del cambio JGR). Il team ha anche praticato 10 piccoli fori strategici in ciascuna copertura per migliorare il flusso d'aria al filtro dell'aria e hanno tagliato delle fessure nell'alloggiamento di plastica davanti al serbatoio del gas. JGR può farla franca esponendo il filtro dell'aria Filtron perché le piste Supercross sono raramente polverose o fangose. È anche importante notare che il team utilizza olio per motori e sospensioni specificamente sviluppato e formulato dal team JGR NASCAR. Il meccanico di Justin Brayton, Patrick Barker, lavora sul telaio, sul forcellone, sul pedale di avviamento e sul braccio del freno posteriore per dare a queste parti una finitura a specchio, mentre lo specialista dei motori interno Dean Baker è responsabile del lavoro del motore su Brayton e il compagno di squadra Josh Le bici di Grant. 

Per quanto riguarda le sospensioni, Joe Gibbs Racing sfrutta la tecnologia e le macchine a portata di mano (grazie, in parte, al team NASCAR). Il guru delle sospensioni del team, Jonny Oler, è un fan delle creazioni di Frankenstein. Il team utilizza forcelle Showa, anche se la Yamaha YZ2010F 450 (proprio come negli anni passati) viene fornita di serie con unità Kayaba. Oler utilizza parti di vari modelli di forcelle Showa per creare quelle che chiama unità "F-Type". Le robuste forcelle da 49 mm non sono disponibili al pubblico, né sono accessibili ai motociclisti ufficiali. Solo i piloti JGR ottengono la configurazione F-Type. L'ammortizzatore NT, etichettato come "Versione 2.0" dal team, contiene una molla in titanio Renton ed è anche molto unico. 

Essere uno dei team supportati dalla fabbrica Yamaha ha i suoi vantaggi. JGR utilizza numerose parti che altrimenti sarebbero irraggiungibili, grazie alla benedizione di Yamaha. L'elenco delle parti di lavoro include una trasmissione a quattro velocità (la quinta marcia è bloccata), braccio di collegamento dell'ammortizzatore, mozzi leggeri, assi in acciaio, un rotore anteriore da 280 mm e un gancio del freno, scudo termico del serbatoio del gas e bulloni in titanio. 

La sospensione è stata fatta internamente da Jonny Oler.

Joe Gibbs Racing si affida al supporto post-vendita per mantenere le 18 ruote della squadra in movimento per ogni gara. LightSpeed ​​copre il guidacatena, la piastra paramotore e il coperchio del freno anteriore con fibra di carbonio protettiva, nonché le pedane in titanio. Vengono utilizzati robusti cerchi Excel A60, insieme a una catena RK, scarico in titanio FMF Factory 4.1, dispositivo holeshot Hammerhead, pistone JE, treno valvole Xceldyne, carburante VP Racing, biella Carrillo Industries e frizione Hinson completa. Nella lista delle parti ci sono anche una corona posteriore Renthal, manubri 997 Twinwall, manopole Renthal soft half-waffle, leve ARC, tubi del radiatore CV4 rossi, pneumatici Dunlop e grafica N-Style con coprisella. Il team riceve un enorme sostegno finanziario da Muscle Milk, Toyota e Sport Clips.

JGRMX ha realizzato la maggior parte delle parti di trucco internamente.

TEST RIDE: LASCIATELO RIP

Le dimensioni e la forma del corpo di Justin Brayton incarnano il tipico pilota professionista 450. Punta la bilancia a 170 libbre e si trova a 5 piedi-10. Anche se usa l'altezza standard delle pedane e il telaio ausiliario, la sua stranezza risiede nella posizione della leva. Quello che è divertente è questo MXA i collaudatori non hanno avuto problemi con la posizione della leva di Brayton. Apparentemente, Justin è uno di quei corridori che può notare una rotazione di 1 millimetro verso l'alto o verso il basso dalla sua posizione di pala.

Sebbene l' MXA L'equipaggio di demolizione era consapevole che la moto di Brayton aveva una speciale trasmissione a quattro velocità funzionante prima di iniziare i test, lo staff JGR ha pensato che fosse piuttosto comico quando un tester dopo l'altro è entrato dopo aver guidato e ha chiesto dove fosse finita la quinta marcia. In verità, ogni motociclista ha apprezzato la transessuale a quattro velocità, perché la seconda marcia ha tirato oltre lo standard. I rapporti del cambio ci hanno permesso di trascinare il motore o attaccare alcune sezioni con la gamma di giri in alto e di andare avanti con facilità. Saremmo negligenti nel dire che la quattro velocità era migliore della nostra trasmissione preferita in precedenza: il transessuale a tre velocità YZ426F di Tim Ferry.

Per quanto riguarda il motore, ci siamo subito innamorati del powerband. Anche se abbiamo provato su un terreno fortemente saturo, il motore ha attraversato i punti deboli in modo facile e prevedibile. Il propulsore JGR ha sputato fuoco ardente, ma solo dopo che la moto è stata collegata. Rispetto all'esplosiva potenza nella parte inferiore della YZ2010F di serie del 450, la JGR Yamaha di Brayton era notevolmente più piacevole dal basso, ma è balzata attraverso la gamma media e nella parte alta con prontezza. 

Siamo fiduciosi che il motore JGR di Justin Brayton rappresenterebbe un miglioramento significativo per qualsiasi pilota di livello. Questo è il miglior complimento del MXA l'equipaggio del demolitore può pagare il motore di qualsiasi pilota. 

La cosa più sorprendente di tutte è stata la prestazione della sospensione. Di regola, la sospensione Supercross è rigida e rigida. È impostato in questo modo per gestire grandi ostacoli e il martellamento di whoops; tuttavia, le forcelle e gli ammortizzatori unici di Justin Brayton erano effettivamente flessibili. Non fraintendeteci, la sospensione era ancora eccessiva per i collaudatori più lenti, ma i tester di livello Pro erano innamorati della corsa e della sensazione utilizzabili (in particolare nelle forcelle). JGR ha ammesso di essersi spostato verso impostazioni più morbide dall'inizio della stagione Supercross. Se i risultati di Brayton sono indicativi, la squadra è andata nella giusta direzione.

CONCLUSIONE: COSA PENSIAMO DAVVERO?

C'è un senso di realizzazione nel testare una bici a livello di fabbrica. Il MXA L'equipaggio di demolizione trova difficile rifiutare l'opportunità di testare macchinari introvabili. Ogni MXA Il collaudatore è una miscela di techno geek, fanatico dell'informazione e irriducibile pilota di motocross. Joe Gibbs Racing è composto da persone che sono esattamente le stesse. Credono nella ricerca di soluzioni ai problemi, indipendentemente dallo sforzo necessario. JGR utilizza l'incredibile tecnologia per aumentare le prestazioni e la maestria delle sue biciclette. La JGR Yamaha YZ450F di Justin Brayton è una delle moto più difficili che abbiamo mai testato. Questo sta dicendo molto.

 

Ti potrebbe piacere anche